Simone Basile: Time

4 Settembre 2019

Il chitarrista ci racconta il suo nuovo disco

Si intitola "Time" il nuovo disco del giovane Simone Basile: l'abbiamo intervistato.
 

Partiamo dalla chitarra: quali musicisti hanno influenzato il tuo stile e hai studiato di più?

Ho iniziato a suonare la chitarra a dieci anni, e il jazz non è stato il primo genere musicale a cui mi sono approcciato, ovviamente, da chitarrista all'inizio ho studiato tanto rock,metal, fusion. Il jazz è arrivato più in la grazie a un disco di Bireli Lagrene e Sylvain Luc in duo che mi ha letteralmente ipnotizzato e mi ha dato la spinta a studiare il linguaggio jazz e la chitarra sempre piu affondo. Da qui ho inziato a scoprire man mano Wes Montgomery, Jim Hall, Pat Metheny, e in particolare mi sono concentrato su altri strumentisti, sassofonisti e pianisti, come John Coltrane, Bill Evans, Art Tatum, ecc... Chi ha influenzato enormemente il mio stile sono Metheny, Coltrane ed Evans, indubbiamente.

 

cerco sempre di metterci del mio e di creare un sound del trio personale

 

La formazione in guitar trio ha alcuni classici nella storia (Jim Hall, Scofield, Metheny...) qual è il tuo approccio personale?

La mia idea di trio si avvicina molto a quella metheniana, mi ha sempre affascinato il modo di scrivere di Metheny e di come concepisce i suoi album. Però cerco sempre di metterci del mio e di creare un sound del trio personale, traendo ispirazione anche dagli ultimi lavori di Gilad Hekselman e Aaron Parks. In particolare per "Time" ho voluto fortemente la stessa concezione di timing e di come gestire i suoni di "Find the way" di Aaron Parks, a mio avviso uno dei dischi di piano trio più belli usciti di recente. Per quanto riguarda l'aspetto armonico dei miei brani invece mi rifaccio molto a quello che ho imparato trascrivendo Ted Greene.

Come hai scelto le due composizioni non tue?

"April in Paris" e "Let's cool one" sono due standard che mi hanno sempre affascinato. Prima di entrare in studio a registrare il disco, nell'anno precedente ho fatto diversi viaggi a Parigi e mi sono innamorato di questa città, diciamo che glielo dovevo, era il minimo. Per "Let's cool one" non c'è un motivo ben preciso, è uno standard che suono spesso e volentieri in trio.

I tuoi brani hanno diverse "nature": come scrivi i tuoi pezzi da un putno di vista non tecnico?

Dietro ogni brano ce sempre una storia o un ricordo che voglio descrivere, raccontare, ed in base alla natura di quest'ultimo cerco di decidere a tavolino come sarà l'andamento del brano, la melodia, maggiore/minore, allegro/triste. Ad esempio "Dublin" è dedicato a mia sorella e alla sua scelta di andare a vivere in Irlanda, lontato da casa, che può suscitarvi all'ascolto diverse emozioni, spero, ma con questo brano volevo descrivere la forza e il coraggio di chi volta pagina e di chi è disposto a cambiare vita in generale.

Tre aggettivi per descrivere "Time".

Moderno (spero), Riflessivo, Scorrevole.

I tuoi prossimi progetti?
I miei prossimi progetti sono tanti, per ora sono super concentrato sulla realizzazione di un nuovo album, il titolo sarà "Morning Ragae" , spero di farlo uscire nel 2020 ma la formazione non sarà il trio, probabilmente quintetto, deciderò il tutto fra pochi mesi.

 

 
 

 

 
-

Simone Basile: Time Jazzespresso Jazz Magazine - copyright 2019

 

Reservados todos los derechos – All rights reserved – 版權所有 – 版权所有
ABOUT US / 關於我們 / 关于我们 / NOSOTROS
[Subscribe to JazzEspresso Newsletter if you want to be always kept posted!]
Info: info@jazzespresso.com
Advertising / 廣告 / 广告 / Publicidad: adv@jazzespresso.com.
 
Jazzespresso es una revista, un sitio web, una red, un centro, que conecta todas las almas del jazz de todo el mundo. América, Europa, Asia, Australia y África: noticias de todo el mundo en una página en cuatro idiomas. Un punto de referencia multicultural en inglés, chino y castellano para los amantes de esta música en todos los países. Para el aficionado o el profesional que quiere mantenerse informado sobre lo que está ocurriendo en todo el mundo. Manténganse informados!
Jazzespresso is a magazine, a website, a network, a hub, connecting all the souls of jazz all over the world. Americas, Europe, Asia, Australia and Africa: news from all over the world on a page in four languages. A multicultural reference point in English, Chinese and Spanish language for the lovers of this music in every country. For the amateur or the pro who wants to be updated about what is happening all around the world... Stay tuned.
Jazzespresso 不只是一個爵士樂雜誌,也是一個能將擁有各種不同精髓的世界爵士樂,包括美洲、歐洲、亞洲、澳洲及非洲各地,互相連結起來的網站及交流站。以中文及英文寫成的內容將是一個新的多元文化交流的參考點,為各地的爵士音樂愛好者提供來自全世界最新的消息。請持續關注!
JazzEspresso 不只是一个爵士乐杂誌,也是一个能将拥有各种不同精髓的世界爵士乐,包括美洲、欧洲、亚洲、澳洲及非洲各地,互相连结起来的网站及交流站。以中文及英文写成的内容将是一个新的多元文化交流的参考点,为各地的爵士音乐爱好者提供来自全世界最新的消息。请持续关注!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close