La musica e le sfide del nostro tempo: un espresso con Angelo Mastronardi

26 ottobre 2021

Angelo Mastronardi è un brillante pianista che da qualche anno ha fondato la GleAM, un’etichetta discografica indipendente e particolarmente interessante che affronta la musica e le sfide del nostro tempo. L’abbiamo intervistato.

> Eugenio Mirti


Mi confronto spesso con Angelo perché è un giovane brillante che non solo ha capito dove sta andando il futuro della musica, ma investe tempo e soldi per portare il suo contributo alla costruzione di esso. L’ho intervistato per farmi raccontare le vicissitudini del produttore contemporaneo, che ha arricchito (come sempre) con il suo abituale entusiasmo contagioso.

Nell’era del web e del “tutto liquido” come nasce il desiderio di aprire un’etichetta discografica?
Il momento scatenante di questa scelta è nato con il mio desiderio di non voler aspettare le risposte delle “solite” etichette quando dovevo realizzare il mio secondo disco. Volevo anche dare importanza al lato estetico e all’artwork del mio lavoro, mi piace coprire tutti gli aspetti di una produzione in autonomia: alla fine ho scoperto che se faccio da me faccio meglio! Così è nata la GleAM, inizialmente per presentare meglio i miei progetti.

Questo è un passaggio comune. Una volta creato un contenitore personale però pochi lo portano avanti producendo anche i dischi di altri artisti, come invece hai fatto tu. Eri già partito con questa idea?
No, l’ho sviluppata dopo; inizialmente volevo produrre la mia musica, anche se era evidente già dall’inizio che produrre altri musicisti era una possibile (e ovvia) evoluzione. Nello specifico questa svolta si è realizzata due anni fa, nel giugno 2019, quando venne pubblicato l’album di Alex Semprevivo dedicato ai Messenger. Aveva l’esigenza di realizzarlo senza aspettare tempi lunghissimi, e così iniziammo a collaborare. Naturalmente quando produci un altro artista devi formalizzare una serie di aspetti: il passaggio alla ditta individuale, tutte le pratiche burocratiche necessarie. Io ho studiato scienza della comunicazione, e ho così potuto mettere a frutto anche i miei studi universitari non solo per me stesso ma per i progetti che ho seguito.


Le etichette famose e autorevoli hanno caratteristiche molto precise, dalla cura grafica alla scelta stilistica. Stai indirizzando GleAM verso panorami sonori precisi?

Perseguiamo due linee editoriali principali: una legata al jazz crossover che prevede una sperimentazione maggiore indirizzata al linguaggio del jazz. L’altra è la linea  postbop, che copre tutti quei progetti legati al sound del contemporary jazz.

Quanti soldi hai speso per aprire (e mantenere) l’etichetta? Sei in attivo o in perdita?
Sto riguadagnando terreno da aprile; il primo anno è stato in grande perdita, all’apertura ho investito più di 12.000 euro a fondo perduto. Siamo nel momento del Covid, quindi i contratti di distribuzione, il commercialista, la promozione sulle riviste, tutto ha dei costi che al momento non si riescono a coprire.

Quali sono i tre errori più comuni del musicista quando si propone a una etichetta?
Il linguaggio usato per contattare le realtà, che di solito non è professionale. Il mandare richieste come se fosse la pesca a strascico, cioè lo spedire il proprio lavoro a chiunque senza curarsi di chi si ha davanti. Consiglio di curare il linguaggio, le formule di presentazione,  ma arrivare poi subito al dunque: chi sei e cosa stai facendo, descrivendo il concept nel modo più chiaro e sintetico possibile. Avere pronti i collegamenti con bio e video, per chi vuole approfondire. Curare l’aspetto dei social network è importante: iIl disco è il primo tassello di una serie di passaggi importanti: la promozione, la comunicazione, raccontare chi è che ha creato la musica a chi la ascolterà. Molti si aspettano che tutto questo lo faccia il produttore, ma l’ideale è il lavoro di squadra.

Quali saranno le prossime uscite?
Abbiamo in programma quattro  dischi per l’inizio 2022. Fabio de Angelis (batterista vicentino) e il suo quartetto con Robert Bonisolo (sax tenore), Ares Tavolazzi (contrabbasso) e Luca De Toni (chitarra); un disco tradizionale di impronta bop.Poi il BSDE Quartet del sassofonista emiliano Daniele Nasi, che propone un disco sperimentale con tematiche sociali importanti..
Enrico Valanzuolo (trombettista napoletano) e il suo quintetto con un disco etereo ma pulsante con un bel respiro mediterraneo e temi super cantabili, un album arioso ma con una pulsazione ritmica evidente. E infine Edoardo Liberati (chitarrista romano). una produzione con un quartetto di base e vari ospiti tra cui Nico Gori; jazz contemporaneo con qualche riferimento al post-bop e strutture ampie.

Come vedi il futuro della musica?
Un ambito a perdere se non hai individuato le zone in cui si sta modificando il mercato; il mio interesse è per esempio capire come trarre il massimo vantaggio dai digital store e dallo streaming. Sto cercando di espandere queste possibilità perché sono sicuro che se si lavora bene in quell’ambito i risultati non tardano poi a venire. Certo per esempio entrare nelle playlist editoriali di Spotify richiede un grande lavoro, ma credo che sia il futuro del produttore. A livello personale mi piacerebbe aumentare il lavoro di produttore nel senso più classico del termine, creare nel brand una idea di sound legata a come io concepisco l’arrangiamento in fase di produzione. 

Come ti vedi da qui a dieci anni?
Circondato da qualcuno (ride, NdR)! Spero che la GleAM diventi una realtà consolidata e importante che vive sulle sue gambe con un sound e una linea editoriale riconoscibili!

 

 La musica e le sfide del nostro tempo: un espresso con Angelo Mastronardi
Reservados todos los derechos – All rights reserved – 版權所有 – 版权所有 - Tutti i diritti sono riservati
ABOUT US / 關於我們 / 关于我们 / NOSOTROS / CHI SIAMO
[Sottoscrivi
la Newsletter di JazzEspresso se vuoi rimanere sempre informato!]
Info: info@jazzespresso.com
Advertising / 廣告 / 广告 / Publicidad / Pubblicità: adv@jazzespresso.com.
 
Jazzespresso es una revista, un sitio web, una red, un centro, que conecta todas las almas del jazz de todo el mundo. América, Europa, Asia, Australia y África: noticias de todo el mundo en una página en cuatro idiomas. Un punto de referencia multicultural en inglés, chino y castellano para los amantes de esta música en todos los países. Para el aficionado o el profesional que quiere mantenerse informado sobre lo que está ocurriendo en todo el mundo. Manténganse informados!
Jazzespresso is a magazine, a website, a network, a hub, connecting all the souls of jazz all over the world. Americas, Europe, Asia, Australia and Africa: news from all over the world on a page in four languages. A multicultural reference point in English, Chinese and Spanish language for the lovers of this music in every country. For the amateur or the pro who wants to be updated about what is happening all around the world... Stay tuned.
Jazzespresso 不只是一個爵士樂雜誌,也是一個能將擁有各種不同精髓的世界爵士樂,包括美洲、歐洲、亞洲、澳洲及非洲各地,互相連結起來的網站及交流站。以中文及英文寫成的內容將是一個新的多元文化交流的參考點,為各地的爵士音樂愛好者提供來自全世界最新的消息。請持續關注!
JazzEspresso 不只是一个爵士乐杂誌,也是一个能将拥有各种不同精髓的世界爵士乐,包括美洲、欧洲、亚洲、澳洲及非洲各地,互相连结起来的网站及交流站。以中文及英文写成的内容将是一个新的多元文化交流的参考点,为各地的爵士音乐爱好者提供来自全世界最新的消息。请持续关注!
Jazzespresso è una rivista, un sito web, una rete che connette le anime del jazz di tutto il mondo. America, Europa, Asia, Australia e Africa: notizie da tutto l'orbe terracqueo in una pagina tradotta in cinque lingue. Un punto di riferimento multiculturale in inglese, cinese, spagnolo e italiano per gli amanti di questa musica in tutti i paesi del mondo. Per gli amatori o i professionisti che vogliono essere aggiornati su quello che sta succedendo in tutto il pianeta... rimani sintonizzato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close