Into The Mood: un espresso con il Sogno di Orfeo

13 luglio 2021

Il Sogno di Orfeo è un interessante trio formato da Michele Tavian alla chitarra, Francesca Alinovi al contrabbasso e Filippo Lambertucci alla batteria: li abbiamo intervistati in occasione dell’uscita del loro primo album Into The Mood.

> Eugenio Mirti


Ci spiegate l’origine del curioso nome del gruppo? 
Dici bene, l’origine del nostro nome è curiosa. L’album Into the Mood è un cammino attraverso emozioni e sonorità che ci accompagnano in un viaggio introspettivo, lo stesso viaggio che ha affrontato Orfeo, attraverso gli inferi, per salvare la sua amata Euridice così da riportarla nel mondo dei vivi. Come Orfeo incantò i guardiani degl’inferi anche noi vorremmo “traghettare” con il nostro sound l’ascoltatore in un mondo diverso. Il nome della band, è nato quindi, dall’unione della mitologia greca di Orfeo con il nostro sogno di poter trasportare in un luogo diverso i nostri ascoltatori. 

L’album ha un sound molto americano, roots stile. Da dove nasce la fascinazione per queste sonorità?
Il sound deriva dal fatto che siamo cresciuti con un background, appunto, americano anche se comprende generi diversi tra cui il jazz, il country, il folk ed il blues. Principalmente ci siamo ispirati ai mondi di più artisti tra i quali Bill Frisell con “Guitar in the space age”, Norah Jones e i Beatles.

 
 

 

I temi sono per contrasto molto melodici: nel mondo del 2021 a vostro avviso si sentono le origini dei musicisti (italiane in questo caso) o il linguaggio della musica è cosmopolita?
Sono formati con melodie semplici e orecchiabili: non siamo una band che punta a scrivere cose complesse e di difficile ascolto per il pubblico, anzi, abbiamo cercato di esprimere noi stessi e portare chi ci ascolta ad apprezzare il valore di una melodia semplice che con poche note possa esprimere in modo diretto il nostro pensiero.

Come lavorate ad arrangiamenti e composizioni?
Generalmente i temi e la parte armonica vengono scritti da Michele (chitarra). Poi insieme a Francesca (contrabbasso) e Filippo (batteria) i brani si completano e prendono forma con l’aggiunta del loro punto di vista ed il loro sound.

 

 

Mi sembra che la prevalenza sia per brani notturni, evocativi e ricchi di spazi (e silenzi). Siete d’accordo? Se sì perché questa inclinazione?
Beh sì, siamo decisamente d’accordo! La spiegazione è semplice: le melodie hanno il desiderio di trasportarti in un viaggio introspettivo, da qui il titolo del disco. Abbiamo volutamente evitato i tecnicismi per dare più libertà all’ascoltatore di immedesimarsi all’interno dei brani.

La chiusura acustica di “Rainbow” è uno dei momenti migliori del disco: esplorerete di più in futuro queste sonorità? Quali sono i vostri progetti per il post pandemia?
In futuro esploreremo queste sonorità senza farci mancare la voglia di sperimentare altri tipi di suoni. “Rainbow” in effetti è l’unico brano acustico, quello che chiude il viaggio del disco, ma non è una vera e propria fine. Le sue sonorità semplici, eleganti e folk ci hanno dato, oltre che tanta energia, gli spunti giusti per iniziare a lavorare sul nostro prossimo album.

Per quanto riguarda l’imminente futuro, uscirà una nostra live session di tre brani registrata al Groove factory studio di Castelmaggiore (BO), inoltre, continueremo con la promozione del disco con i nostri live. Il prossimo album è già in cantiere, ma non possiamo dirvi di più!!!

 
 
 
Into The Mood: un espresso con il Sogno di Orfeo copyright Jazzespresso 2021.
Reservados todos los derechos – All rights reserved – 版權所有 – 版权所有 - Tutti i diritti sono riservati
ABOUT US / 關於我們 / 关于我们 / NOSOTROS / CHI SIAMO
[Sottoscrivi
la Newsletter di JazzEspresso se vuoi rimanere sempre informato!]
Info: info@jazzespresso.com
Advertising / 廣告 / 广告 / Publicidad / Pubblicità: adv@jazzespresso.com.
 
Jazzespresso es una revista, un sitio web, una red, un centro, que conecta todas las almas del jazz de todo el mundo. América, Europa, Asia, Australia y África: noticias de todo el mundo en una página en cuatro idiomas. Un punto de referencia multicultural en inglés, chino y castellano para los amantes de esta música en todos los países. Para el aficionado o el profesional que quiere mantenerse informado sobre lo que está ocurriendo en todo el mundo. Manténganse informados!
Jazzespresso is a magazine, a website, a network, a hub, connecting all the souls of jazz all over the world. Americas, Europe, Asia, Australia and Africa: news from all over the world on a page in four languages. A multicultural reference point in English, Chinese and Spanish language for the lovers of this music in every country. For the amateur or the pro who wants to be updated about what is happening all around the world... Stay tuned.
Jazzespresso 不只是一個爵士樂雜誌,也是一個能將擁有各種不同精髓的世界爵士樂,包括美洲、歐洲、亞洲、澳洲及非洲各地,互相連結起來的網站及交流站。以中文及英文寫成的內容將是一個新的多元文化交流的參考點,為各地的爵士音樂愛好者提供來自全世界最新的消息。請持續關注!
JazzEspresso 不只是一个爵士乐杂誌,也是一个能将拥有各种不同精髓的世界爵士乐,包括美洲、欧洲、亚洲、澳洲及非洲各地,互相连结起来的网站及交流站。以中文及英文写成的内容将是一个新的多元文化交流的参考点,为各地的爵士音乐爱好者提供来自全世界最新的消息。请持续关注!
Jazzespresso è una rivista, un sito web, una rete che connette le anime del jazz di tutto il mondo. America, Europa, Asia, Australia e Africa: notizie da tutto l'orbe terracqueo in una pagina tradotta in cinque lingue. Un punto di riferimento multiculturale in inglese, cinese, spagnolo e italiano per gli amanti di questa musica in tutti i paesi del mondo. Per gli amatori o i professionisti che vogliono essere aggiornati su quello che sta succedendo in tutto il pianeta... rimani sintonizzato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close