Third Wave: un espresso con Fabio De Angelis

11 gennaio 2022

Il prossimo 28 gennaio uscirà per Gleam Third Wave, il primo album da leader di Fabio De Angelis, interessante batterista veneto. L’abbiamo intervistato.

> Eugenio Mirti


Mi sembra che Third Wave abbia un sound abbastanza rilassato, senza l’esigenza di dover dimostrare qualcosa a tutti i costi. Sei d’accordo?
Sicuramente
non volevo dimostrare nulla, il motivo per cui volevo realizzare questo disco era quello di esprimermi senza concentrarmi troppo sull’aspetto tecnico della batteria ma cercando di far funzionare la musica senza forzare. L’approccio non è troppo “d’attacco” ma è in effetti più controllato, mi faccio prendere poco dall’ansia! Sono arrivato in studio con tutta una serie di idee, poi mentre registri naturalmente ti confronti con i musicisti  e qualcosa cambia, ma in generale tutto è venuto come desideravo.

Il disco presenta una serie di brani originali e alcune cover, come “Boplicity”: come le hai scelte?
Banalmente sono i brani che mi piacciono, e poiché era la mia session li ho scelti io perché sono composizioni cui sono legato, ribaltando così il tipico ruolo del batterista che di solito invece “subisce” le richieste degli altri.

Come lavori a composizioni e arrangiamenti?
Non ho un vero e proprio modus operandi, quando ho tutte le idee chiare poi mi apro all’opinione degli altri musicisti e il lavoro diventa collettivo. Mi aiuto spesso con il pianoforte, a volte parto da giri armonici particolari che mi piacciono, altre volte creo delle linee melodiche e poi costruisco i bassi.

La fascinazione del sound degli anni 60 e 70 è molto arricchita da Luca De Toni. Perché hai scelto la chitarra e non il pianoforte nel gruppo?
Luca è un caro amico con cui collaboro da diversi anni in vari ambiti; l’ho scelto perché volevo realizzare un progetto tradizionale ma anche più moderno, con un sound contemporary; Roberto Bonisolo ha un approccio aggressivo come piace a me, quasi parkeriano, e infine al contrabbasso c’è Ares Tavolazzi che ha sostenuto tutto quanto. Preferisco la chitarra perché amo i chitarristi e adoro i trii di Metheny o Scofield per esempio.

 

Tre musicisti che ami?
Miles Davis! Dal punto di vista batteristico Bill Stewart, che negli ultimi anni mi ha veramente preso (e ossessionato!). E infine un musicista che ho sempre apprezzato è Pat Metheny. Naturalmente se mi ponessi tra dieci minuti la stessa domanda ti direi probabilmente altri tre nomi!

Finita (si spera) la pandemia che progetti hai per il 2022?
Nel corso degli anni mi sono costruito una base solida come session man, quindi spero di riprendere a pieno ritmo. Certo spero di poter presentare Third Wave live nei festival quest’estate. Sto anche lavorando a un nuovo album (a livello di fase progettuale) con una formazione che sarà però diversa. Ho scritto delle cose e a gennaio saremo in sala.

Come ti vedi da qui a dieci anni?
Spero di aver progredito e di continuare a suonare dannandomi l’anima per riuscire a fare le cose che mi piacciono!

Third Wave: un espresso con Fabio De Angelis copyright Jazzespresso 2021
Reservados todos los derechos – All rights reserved – 版權所有 – 版权所有 - Tutti i diritti sono riservati
ABOUT US / 關於我們 / 关于我们 / NOSOTROS / CHI SIAMO
[Sottoscrivi
la Newsletter di JazzEspresso se vuoi rimanere sempre informato!]
Info: info@jazzespresso.com
Advertising / 廣告 / 广告 / Publicidad / Pubblicità: adv@jazzespresso.com.
 
Jazzespresso es una revista, un sitio web, una red, un centro, que conecta todas las almas del jazz de todo el mundo. América, Europa, Asia, Australia y África: noticias de todo el mundo en una página en cuatro idiomas. Un punto de referencia multicultural en inglés, chino y castellano para los amantes de esta música en todos los países. Para el aficionado o el profesional que quiere mantenerse informado sobre lo que está ocurriendo en todo el mundo. Manténganse informados!
Jazzespresso is a magazine, a website, a network, a hub, connecting all the souls of jazz all over the world. Americas, Europe, Asia, Australia and Africa: news from all over the world on a page in four languages. A multicultural reference point in English, Chinese and Spanish language for the lovers of this music in every country. For the amateur or the pro who wants to be updated about what is happening all around the world... Stay tuned.
Jazzespresso 不只是一個爵士樂雜誌,也是一個能將擁有各種不同精髓的世界爵士樂,包括美洲、歐洲、亞洲、澳洲及非洲各地,互相連結起來的網站及交流站。以中文及英文寫成的內容將是一個新的多元文化交流的參考點,為各地的爵士音樂愛好者提供來自全世界最新的消息。請持續關注!
JazzEspresso 不只是一个爵士乐杂誌,也是一个能将拥有各种不同精髓的世界爵士乐,包括美洲、欧洲、亚洲、澳洲及非洲各地,互相连结起来的网站及交流站。以中文及英文写成的内容将是一个新的多元文化交流的参考点,为各地的爵士音乐爱好者提供来自全世界最新的消息。请持续关注!
Jazzespresso è una rivista, un sito web, una rete che connette le anime del jazz di tutto il mondo. America, Europa, Asia, Australia e Africa: notizie da tutto l'orbe terracqueo in una pagina tradotta in cinque lingue. Un punto di riferimento multiculturale in inglese, cinese, spagnolo e italiano per gli amanti di questa musica in tutti i paesi del mondo. Per gli amatori o i professionisti che vogliono essere aggiornati su quello che sta succedendo in tutto il pianeta... rimani sintonizzato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close